Loading...

Il Palazzo dell'Orologio

HOME > Territorio > Polignano a Mare > Il Palazzo dell'Orologio


Richiedi informazioni

Di origine medievale, il palazzo dell'Orologio un tempo sede dell'Università, sorge nella piazza V. Emanuele II, dove è ubicata anche la cattedrale.
Gli ambienti al piano terra erano destinati a depositi per vettovaglie e per l'olio e la parte retrostante adibita a carcere, di cui rimane segno inconfondibile una grata in via Tanese (l'antica via Giudea che immetteva nel ghetto ebraico). Osservando oggi la facciata, se non si conosce la storia, non si direbbe l'origine medievale dell'edificio, specie se si ammirano gli ornamenti scultorei in stile rococò sulle finestre, consistenti in: “timpani mistilinei, a baffo al primo piano e arcuati al secondo”. Tra le due finestre del primo piano è collocato lo stemma comunale della città. In alto al centro, nella seconda metà del Settecento, fu installato un orologio che sostituì una meridiana. La particolarità è che ancora oggi esso è caricato a mano in modo che, come nel passato, possa continuare a scandire il tempo lavorativo e festivo dei polignanesi. Su di esso il fastigio che contiene, in una nicchia, la statua del Patrono San Vito. A svettare un campanile a vela.
Dinanzi al palazzo durante la festa patronale viene allestito l'altare di San Vito.

Bibliografia
Matarrese, D. (1995), Polignano a Mare guida storica-turistica, Fasano, Editore Schena.
Romano, R. (2008), Polignano a Mare e la sua storia, Edizioni Palomar.

offerte e news, no spam

Community